ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: orrore in chiesa, killer sgozzano parroco e inneggiano all'Isil

Il terrore jihadista attacca per la prima volta in una chiesa in Europa.

Lettura in corso:

Francia: orrore in chiesa, killer sgozzano parroco e inneggiano all'Isil

Dimensioni di testo Aa Aa

Il terrore jihadista attacca per la prima volta in una chiesa in Europa. Due uomini di nazionalità francese hanno sgozzato un prete dopo aver preso cinque persone in ostaggio in una chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray, una piccola località vicino alla loro città natale, Rouen, nel cuore della Normandia.

allviews Created with Sketch. Point of view

""

Altre tre persone sono rimaste ferite. Una di loro, una suora, ha rischiaro anche lei di essere sgozzata e ora versa tra la vita e la morte.

Il parroco ucciso si chiamava Jacques Hamel, aveva 84 anni, ed era stato ordinato sacerdote nel 1958. I due terroristi hanno registrato un video mentre lo uccidevano. Secondo il racconto di una suora che è riuscita a fuggire, padre Jacques Hamel è stato “fatto inginocchiare” e uno dei carnefici ha recitato “un sermone in arabo vicino all’altare”.

I due – che sono stati uccisi dalle teste di cuoio francesi – hanno detto di “agire in nome dell’Isil”. Secondo alcune fonti urlavano ‘Allah Akbar’ e ‘Daesh’. Un terzo sospetto, un minorenne, è stato arrestato.

L’Isil ha rivendicato l’attacco, definendo i due assalitori “nostri soldati” e l’inchiesta è stata affidata alla procura antiterrorismo di Parigi.

Uno dei due terroristi, un ragazzo di 19 anni, era uscito dal carcere il 22 marzo scorso per essere stato respinto nel 2015 dalla Turchia mentre cercava di entrare in Siria. Viveva a Saint Etienne con l’obbligo del braccialetto elettronico e aveva il permesso di uscire tra le 8:30 e le 12:30.

In un’intervista a una radio francese, due amici di uno degli assalitori sostengono che il 19enne – lo stesso che era stato bloccato all’aeroporto di Ginevra il 14 maggio 2015, dopo essere stato respinto dalla Turchia – minacciava un attacco in un luogo di culto e ne parlava tutto il tempo.

I due uomini erano entrati attraverso la porta posteriore della chiesa durante la Messa mattutina e il sequestro è andato avanti per circa un’ora. Le forze speciali sono riuscite a ucciderli quando i due sono usciti all’esterno della chiesa, per ragioni non chiare, spuntando sulla piazza antistante. Un agente sarebbe rimasto ferito nel blitz.

Da Saint-Etienne-du-Rouvray, il Presidente francese, François Hollande ha promesso di portare avanti “la guerra contro l’Isil” con tutti i mezzi.