ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Arabia Saudita, kamikaze a Medina prima della fine del ramadan

mondo

Arabia Saudita, kamikaze a Medina prima della fine del ramadan

Pubblicità

L’ultimo dei tre attacchi terroristici compiuti in poche ore in Arabia Saudita ha colpito al cuore il Paese, prendendo di mira la moschea del Profeta a Medina.

Un kamikaze si è fatto esplodere in un parcheggio all’esterno, quando gli uomini della sicurezza gli si sono avvicinati, ritenendolo sospetto. Quattro delle guardie sono morte, altre cinque sono rimaste ferite.

Un attentato in un luogo sacro, avvenuto alla vigilia della fine del ramadan, ricorrenza il cui avvicinarsi ha coinciso con altre numerose azioni, dall’Iraq fino al Bangladesh.

Fortemente simbolico anche l’attacco al consolato americano a Gedda, sulla costa occidentale saudita, il 4 luglio, giorno della Festa dell’indipendenza americana. A farsi esplodere, in questo caso, è stato un 34enne pachistano. Leggermente feriti due agenti della sicurezza.

Nessuna vittima parrebbe esserci stata, a parte l’uomo che si è fatto esplodere, nella città orientale di Qatif, presa di mira una moschea sciita.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo