ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Libia: lealisti avanzano a Sirte

mondo

Libia: lealisti avanzano a Sirte

Pubblicità

Almeno 30 miliziani fedeli al governo libico sono rimasti uccisi durante scontri contro l’Isis a Sirte. Le forze lealiste all’esecutivo di accordo nazionale, guidato dal
premier Serraj hanno spiegato che i combattimenti si sono svolti in diverse zone della città roccaforte dei jihadisti, che resistono ancora, e che hanno perso decine di uomini nelle ultime 24 ore.

L’aviazione libica aveva anche lanciato alcuni volantini per invitare la popolazione a lasciare le aree degli scontri a Sirte, in vista della battaglia finale per liberare la città costiera dai jihadisti: “Vi stiamo liberando dall’Isis, la popolazione è invitata a lasciare le aree degli scontri a Sirte in vista della battaglia finale.

Secondo il governo, i jihadisti sarebbero barricati in edifici residenziali e si starebbero difendendo con cecchini ed esplosivi. Sono almeno 170 i combattenti del governo uccisi dall’inizio dell’offensiva e centinaia quelli feriti.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo