ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia: contestata l'apertura della fiera delle armi

mondo

Francia: contestata l'apertura della fiera delle armi

Pubblicità

Mentre negli Stati Uniti la strage di Orlando ha riportato l’attenzione sui rischi della diffusione delle armi, in Francia un gruppo di manifestanti ha contestato una fiera dedicata alla promozione del commercio nel settore.

Il salone della difesa e della sicurezza si è aperto a Parigi questo lunedì.

I pacifisti hanno sottolineato che nel mondo si comprano armi per 1.700 miliardi di dollari l’anno.

Uno di loro, Christopher Hatton, dichiara: “Lavoro in aree di conflitto in cui vedo i problemi creati dalle armi, vedo i problemi della falsa sicurezza. La sicurezza è importante, lo capisco. La gente ha bisogno di sentirsi al sicuro ma ci sono altri modi per farlo. Lavoro molto con i rifugiati che hanno sofferto a causa delle armi, cioè delle cose che vengono vendute qui.”

Al salone, in programma fino al 17 giugno, ha presenziato anche il ministro della difesa francese Jean-Yves Le Drian.

Intanto, contro le armi è arrivato nelle ultime ore anche il monito del Papa, secondo cui tali strumenti circolano senza conoscere confini, e vi si ricorre con preponderanza inusitata, accantonando altre maniere di risolvere i contrasti.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo