ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Debito e rifugiati, la Grecia al centro dell'agenda Ue

Stato dell’Unione

Debito e rifugiati, la Grecia al centro dell'agenda Ue

Pubblicità

Atene resta la sorvegliata speciale dell’Ue. A un anno dal blocco dei capitali e dal rischio reale dell’uscita dall’Eurozona, il Paese ha ottenuto questa settimana una nuova iniezione di liquidità. Undici i miliardi di euro, quelli sbloccati martedì dall’Eurogruppo parte del più ampio programma di salvataggio – il terzo in sei anni- dal valore di 86 miliardi. Atene ha anche ottenuto la promessa dell’avvio dei negoziati per la ristrutturazione dell’immenso debito pubblico accumulato: 321 miliardi di euro pari cioé al 177% del Pil. Oltre alla recessione, le misure di austerità e l’altissima disoccupazione, il Paese è esposto negli ultimi mesi anche all’emergenza migranti. I quasi diecimila profughi da mesi accampati a Idomeni, al confine con la Repubblica di Macedonia sono stati sgomberati. Poco più di duemila sono stati collocati in strutture statali, gli altri restano all’aiaccio, accampati in tende in aree di servizio.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

Stato dell’Unione