ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Greenpeace: "Il Ttip sarebbe un compromesso tra il male e il peggio"

Mentre la notizia sul Ttip leaks fa il giro del mondo, Greenpeace ha tenuto una conferenza stampa durante la quale ha rivelato i contenuti segreti

Lettura in corso:

Greenpeace: "Il Ttip sarebbe un compromesso tra il male e il peggio"

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre la notizia sul Ttip leaks fa il giro del mondo, Greenpeace ha tenuto una conferenza stampa durante la quale ha rivelato i contenuti segreti sulla trattativa commerciale tra Europa e Stati Uniti.

Secondo l’organizzazione ambientalista, con questi negoziati rischiamo di perdere i progressi acquisiti nella tutela ambientale e nella salute pubblica.

“L’Unione europea ha una posizione non bella negli standard che sono importanti per i consumatori – ha detto il direttore di Greenpeace Europa Jorgo Riss – . E la posizione degli Stati Uniti è persino peggiore. Quindi, la prospettiva di avere un accordo finale tra il male e il peggio non è affatto incoraggiante”.

Bruxelles ha reagito dicendo che nessun accordo commerciale abbasserà il livello di tutela dei consumatori, della sicurezza alimentare o dell’ambiente.

Il capo negoziatore dell’Unione europea Ignacio Garcia Bercero ha parlato davanti ai corrispondenti: “La fuga di notizie avrà ripercussioni sulle trattative. Non è una bella cosa per la fiducia del processo negoziale che siano trapelati documenti riservati. Ma questo è quanto. Al momento non posso aggiungere altro”.

Per fermare il Ttip, Greenpeace ha fissato un appuntamento nazionale sabato prossimo, 7 maggio, a Roma

A Berlino, Greenpeace ha proiettato sulla facciata esterna del Reichstad i testi dei documenti.

In tutto, si tratta di 248 pagine in un linguaggio legale tecnicamente complesso che riportano parte delle trattative in corso.