This content is not available in your region

Migranti: afghano lancia video-appello, accolto in Lituania

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Migranti: afghano lancia video-appello, accolto in Lituania

<p>Potenza del web, o del caso, o più semplicemente diverse modalità di trasmissione di un appello: un afghano della provincia centro-orientale di Ghor, bloccato in Grecia, è stato casualmente intervistato da un giornalista britannico, al quale ha raccontato la propria storia. I due hanno quindi deciso di registrare un video-appello, postato su You Tube. Ricevuto e approvato dal governo lituano, benché la via ordinaria sia quella della presentazione in ambasciata. <br /> Un funzionario del Ministero della Difesa riconosce che l’uomo aveva lavorato per il contingente lituano stanziato in Afghanistan fino al 2013, e dice che quell’uomo è stato un filtro fondamentale, che ha fatto ben volere i soldati lituani dalla popolazione locale. </p> <p>Riconosciuto il ruolo, riconosciuto il diritto: il vice-Ministro dell’Interno dà la buona notizia: <br /> “Abbiamo deciso di aiutare quella persona, perché è evidente che c‘è pericolo per lui nel suo Paese. Al momento si trova in Grecia, ha un passaporto valido, dobbiamo solo andarlo a prendere o comunque facilitare il suo arrivo”. </p> <p>La Lituania deve ancora accogliere mille rifugiati da Grecia e Italia, come promesso nel piano di ricollocamenti mai realmente avviato. Nel frattempo in Europa occidentale l’accesso si è ridotto a ristretti gruppi di siriani e iracheni: l’afghano non avrebbe avuto alcuna possibilità, senza questo colpo di fortuna.</p>