ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La turbina volante, prossima frontiera dell'energia verde


futuris

La turbina volante, prossima frontiera dell'energia verde

Sembra un comune pallone aerostatico, assomiglia più ad un dirigibile che a una turbina. Nonostante ciò è progettato per produrre energia eolica. Riempito di 180 metri cubi di gas inerti, questo cilindro volante è più leggero dell’aria.

Pedro Silva, Ingegnere meccanico, Omnidea:
“Lo scopo di questa piattaforma aerea è di catturare il vento ad alta quota, estrarne energia eolica, per inviarla alla stazione a terra. Questa struttura è riempita di elio, quando il pallone gira genera una grande spinta aerodinamica ascensionale. Come potete vedere è ben pressurizzato!”.

A differenza delle comuni turbine a vento, questo prototipo non ha bisogno di un sostegno, quindi può essere posizionato dove è necessario.

E mentre le comuni turbine usano i venti deboli vicini a terra, questo pallone aerostatico intercetta correnti molto più forti ad alta quota.

Pedro Silva:

“Con questo possiamo raggiungere i due chilometri dal suolo. A quell’altitudine l’energia del vento è 8 volte più alta e le correnti più costanti. Con questo sistema possiamo ottenere più energia”.

I motori elettrici girano per stabilizzare il modulo nell’aria e per produrre un fenomeno fisico noto come effetto Magnum, che aumenta la forza ascensionale.

Denis Loctier, euronews:
“Tiago, ora vediamo il pallone aerostatico che gira nell’aria, ma non è la rotazione che genera la corrente elettrica, giusto?”

Tiago Pardal, ingegnere meccanico Ceo, Omnidea:

“Giusto. La rotazione in presenza del vento, genera una forza aerodinamica ascensionale, simile a quella creata dalle ali degli aerei. Il pallone si alza tirando questo cavo che fa ruotare il cilindro connesso con il generatore elettrico. È qui che si produce elettricità”.

Gli ingegneri stanno sviluppando delle eliche che potrebbero dare a questi palloni aerostatici le potenzialità di un drone o la possibilità di fungere da piccole turbine in modo da produrre più energia.

Renato Salles, Ingnegnere dei Sistemi, Omnidea:

“Questo veicolo può essere usato come una piattaforma aerea in grado di trasportare ogni tipo di peso. Una scelta utile potrebbe essere il trasporto di una camera termale per la segnalazione di incendi, visto che può rimanere in aria per lungo tempo può essere usato come strumento di sorveglianza ovunque”.

Dopo avere raggiunto la massima altitudine, il pallone aerostatico smette di girare, per questo riportarlo a terra consuma molta meno energia di quella prodotta.

Questo prototipo genera in media 30kW. Il prossimo obiettivo è quello di mettere insieme più palloni aerostatici in una piattaforma aerea unica per moltiplicare l’energia prodotta.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Ictus, la riabilitazione diventa "virtuale"

futuris

Ictus, la riabilitazione diventa "virtuale"