ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Emergenza migranti a Calais, Cazeneuve: "Divieto di manifestare e più controlli"

Divieto di manifestare e più controlli all’entrata della cosiddetta “giungla” di Calais, nel nord della Francia. Questa la risposta delle autorità

Lettura in corso:

Emergenza migranti a Calais, Cazeneuve: "Divieto di manifestare e più controlli"

Dimensioni di testo Aa Aa

Divieto di manifestare e più controlli all’entrata della cosiddetta “giungla” di Calais, nel nord della Francia. Questa la risposta delle autorità francesi dopo i disordini scoppianti il 23 gennaio nella baraccopoli che ospita circa 4mila migranti. Plaude alle misure il sindaco di Calais Natacha Bouchart che è stata ricevuta dal ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve.

“Alla luce di queste manifestazioni e dei gravi problemi che hanno causato, ho chiesto al Prefetto della regione di procedere con il divieto di tutte le manifestazioni che possano alterare l’ordine pubblico, chiunque siano gli organizzatori”, ha detto Bernard Cazeneuve.

A essere degenerata a Calais il 23 gennaio è stata una manifestazione convocata dalle organizzazioni umanitarie per esprimere solidarietà ai migranti. La stessa solidarietà che ha spinto gli attori del Globe Theatre di Londra a portare in scena Shakespeare nella giungla di Calais davanti ai migranti che sognano il Regno Unito.