ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Burkina Faso: morta la fotografa ferita nell'attentato

Salgono a trenta le vittime dell’attentato in Burkina Faso. La fotografa franco-marocchina Leila Alaoui è morta la notte scorsa per le ferite

Lettura in corso:

Burkina Faso: morta la fotografa ferita nell'attentato

Dimensioni di testo Aa Aa

Salgono a trenta le vittime dell’attentato in Burkina Faso. La fotografa franco-marocchina Leila Alaoui è morta la notte scorsa per le ferite riportate.

L’attacco è stato rivendicato da Al Qaeda nel Maghreb, che ha mostrato foto di tre dei presunti attentatori.

Intanto, diciotto inquirenti francesi, tra cui magistrati e agenti della polizia scientifica, sono arrivati a Ouagadougou per collaborare alle indagini.

Anche il Presidente del Burkina Faso, Roch Marc Christian Kabore, e quello del Benin, Thomas Boni Yayi, si sono recati sul luogo della strage lunedì.

Clément Djiguende, un sopravvissuto che lavorava al Cappuccino Café, preso di mira insieme al vicino hotel, racconta: “Siamo rimasti al bar e gli assalitori sono ritornati per uccidere i feriti. Non appena hanno finito di sparare, hanno dato fuoco all’edificio. Sono uscito strisciando, lentamente. Ho dovuto passare sopra un cadavere per arrivare alla porta. “

Le vittime finora identificate sono 26, per la maggior parte straniere. Circa venti le persone fermate nell’ambito dell’inchiesta. Alcune sono state rilasciate.