ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Apple, le reazioni ai nuovi prodotti: mercati freddi, Rete divisa

A giudicare dalle reazioni in Rete la vera rivoluzione targata Cupertino è la Apple TV, dispositivo per portare contenuti in streaming nella propria

Lettura in corso:

Apple, le reazioni ai nuovi prodotti: mercati freddi, Rete divisa

Dimensioni di testo Aa Aa

A giudicare dalle reazioni in Rete la vera rivoluzione targata Cupertino è la Apple TV, dispositivo per portare contenuti in streaming nella propria televisione, la cui versione aggiornata avrà ora telecomando “touch”, assistenza vocale di Siri e App Store dedicato.

Point of view

Non credo che Apple stia perdendo terreno rispetto a Samsung, la quale a mio avviso uscirà con le ossa rotte dal confronto con questi nuovi prodotti

E l’iPadPro, il super tablet con schermo da 13 pollici? C‘è chi nota somiglianze con il Surface di Microsoft a causa della tastiera “smart” e chi, davanti alla nuova “Pencil”, ricorda che Steve Jobs in persona nel 2007 si fece beffe dei dispositivi che usavano il pennino.

Il successore Tim Cook evidentemente non voleva far passare l’evento di lancio di questo mercoledì come un semplice aggiornamento della gamma di prodotti: “Nessuno si aspettava grandi cambiamenti ma loro ci sono riusciti”, afferma, forse un po’ troppo entusiasticamente, Patrick Moorhead di Moor Insights and Strategy. “Non credo stiano perdendo terreno rispetto a Samsung, che a mio avviso uscirà con le ossa rotte dal confronto”.

Che dire dei gioielli della corona, quegli iPhone che nei primi tre trimestri fiscali di Apple hanno rappresentato i due terzi degli oltre 160 miliardi di euro di entrate? In modo alquanto gattopardesco l’azienda ha cambiato… tutto e niente. All’apparenza i nuovi “6S” e “6S Plus” sono identici ai vecchi dispositivi. Ma sotto il cofano nascondono processori più potenti, fotocamere Ultra HD e la funzione 3D Touch, che distingue differenti livelli di pressione delle dita.

I mercati hanno reagito freddamente, facendo perdere al titolo della Mela quasi due punti percentuali al Nasdaq. La parola ora passa ai consumatori.