ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Produttori francesi, la fine delle quote latte colpisce soltanto i piccoli

Molti agricoltori che hanno manifestato a Bruxelles sono giunti dalla Francia da cui la protesta è iniziata qualche mese fa. Siamo andati in una

Lettura in corso:

Produttori francesi, la fine delle quote latte colpisce soltanto i piccoli

Dimensioni di testo Aa Aa

Molti agricoltori che hanno manifestato a Bruxelles sono giunti dalla Francia da cui la protesta è iniziata qualche mese fa.

Siamo andati in una fattoria vicino Strasburgo per capire quali sono le difficoltà degli allevatori.

Germain Krantz è uno dei tanti piccoli produttori di latte francesi. La sua fattoria, nella cittadina di Rangen, è composta da 60 mucche da latte e qualche decina di mucche destinate al macello.

Dal gennaio scorso, però, la situazione per lui è diventata insostenibile. Il costo pagato ai produttori è infatti passato da 37 centesimi per ogni di litro di latte a 30.

“I risparmi sono quasi finiti e non riesco a pagare le fatture” spiega Germain
“Produco circa 450 mila di litri di latte per un ritorno di 70 euro a tonnellata. Il che si traduce in 30.000 euro di perdite per quest’anno rispetto al 2014”.

A quasi 20 chilometri da Rangen, si trova un’altra azienda lattiero casearia.Più grande. Il proprietario Adam ha avviato già da qualche anno la vendita diretta di latte ai clienti. L’azienda produce oggi almeno un milione di litro di latte ogni anno, parte del quale è trasformato in altri prodotti caseari venduti nei supermercati limitrofi.

“La vendita diretta è una buona soluzione per gli agricoltori” racconta Adam “Nonostante gli investimenti iniziali siano enormi. Sarebbe più intelligente abbassare iu costi per i produttori e anche che gli agricoltori riprendano potere nelle cooperative”.

Oltre all’aumento dei costi, un altro dei problemi dell’agricoltura e dell’allevamento francese deriva, infatti, dalla trasformazione delle vecchie cooperative in organizzazioni troppo complesse e burocratiche.