ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Donald Tusk: "100.000 rifugiati da dividere tra gli stati europei, altrimenti la solidarietà resta uno slogan"

A breve nuova proposta della Commissione sui richiedenti asilo

Lettura in corso:

Donald Tusk: "100.000 rifugiati da dividere tra gli stati europei, altrimenti la solidarietà resta uno slogan"

Dimensioni di testo Aa Aa

A giugno i leader europei non erano riusciti a distribuire tra i vari paesi 40.000 rifugiati come chiedeva la Commissione, e si erano fermati a 32.000, ma ora dovranno suddividersi un numero maggiore di profughi.

“Abbiamo bisogno di distribuire almeno 100.000 persone tra tutti gli stati europei, oggi. Se i capi di stato non dimostreranno buona volontà, la solidarietà diventerà solo un vuoto slogan” – ha detto il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Il presidente della Commissione Juncker potrebbe chiedere agli stati di dividersi ulteriori 120.000 persone rispetto a giugno, per un totale quindi di 160.000 richiedenti asilo da accogliere, 54000 provenienti dall’Ungheria, circa 40.000 persone dall’Italia, che si aggiungono alla cifra iniziale di 24000 persone, e altre 65.000 persone dalla Grecia.

Per il momento queste cifre non sono state confermate ufficialmente dalla Commissione ma una nuova proposta potrebbe essere presentata al Parlamento europeo la settimana prossima dal Presidente Juncker nel suo discorso sullo stato dell’Unione.