ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tre morti in un cinema della Louisiana, assassino era una "sorta di vagabondo"

Obama ammette la sua frustrazione per non aver ottenuto una legge più restrittiva sulla vendita delle armi

Lettura in corso:

Tre morti in un cinema della Louisiana, assassino era una "sorta di vagabondo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Una sorta di vagabondo. Questa la prima descrizione dell’attentatore del cinema di Lafayette, in Louisiana, che giovedì ha ucciso due donne, prima di togliersi la vita.

John Russel Houser, 59 anni, originario dell’Alabama, è entrato nel cinema senza dire nulla e ha iniziato a sparare, raccontano i testimoni alla polizia.

“I suoi precedenti risalgano a tanto tempo fa. Non ha avuto problemi con la giustizia, in termini di arresti o altro, da 10 o 15 anni, forse di più – dice il capo della polizia di Lafayette, Jim Craft – Si tratta di un insensato, tragico atto. Perché si viene fino a qui a fare qualcosa del genere? Proprio come le vittime, siamo anche noi alla ricerca di risposte”.

Una persona spuntata dal nulla e su internet poche informazioni, tra le quali un lavoro come agente immobiliare nel 2006, anno in cui gli è stato revocato il porto d’armi. Il presidente americano Barack Obama, nelle stesse ore, ha ammesso in un’intervista tv la sua frustrazione per non aver ottenuto una legge più restrittiva sulla vendita delle armi.