ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran, Mogherini:"L'accordo è un'opportunità storica per cambiare le relazioni con Teheran"

L’accordo concluso a Vienna sul nucleare iraniano mette fine a un contenzioso che durava da una decina d’anni. E’ il frutto di uno sforzo negoziale

Lettura in corso:

Iran, Mogherini:"L'accordo è un'opportunità storica per cambiare le relazioni con Teheran"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accordo concluso a Vienna sul nucleare iraniano mette fine a un contenzioso che durava da una decina d’anni.

E’ il frutto di uno sforzo negoziale che più volte è stato sul punto di esaurirsi, per la distanza tra le parti. Alla fine, sembra di poter dire che abbia vinto il pragmatismo. Una dote che molti riconoscono al presidente iraniano Rouhani, ma non solo a lui.

Tutti hanno parlato di un “buon accordo”. Secondo l’Alta rappresentante della politica estera dell’Unione europea, Federica Mogherini, si apre “una nuova era per le relazioni internazionali”. Euronews l’ha incontrata e le ha chiesto quali sono stati i nodi politici più difficili da sciogliere.

Mogherini
Abbiamo deciso di affrontare le ultime, delicate, questioni politiche all’interno di un unico pacchetto .. (si è sempre detto che i punti difficili fossero un paio, in realtà erano 6-7 ). In questo modo abbiamo cercato di raggiungere l’equilibrio in grado di mantenere l’accordo in piedi e permettere a tutte le parti coinvolte di uscire dalla stanza e dire “Questo è un buon accordo”. Era importante che questo accordo venisse percepito da tutti come un buon accordo, per essere certi che venisse firmato ,ma anche per la comunità internazionale. Il negoziato è stato avviato dal mandato delle Nazioni Unite e quindi dovevamo raggiungere un accordo non soltanto per i cittadini iraniani, europei o statunitensi, ma anche per l’intera comunità internazionale.

Euronews
Quand‘è che ha pensato, se l’ha pensato, non ce la faremo?

Mogherini
Ci sono stati molti momenti difficili durante i negoziati, quando ad esempio le diverse parti coinvolte si sono schierate su posizioni molto diverse e sembrava impossibile arrivare a un accordo. La volontà politica, però, è sempre stata molto forte per tutte le parti coinvolte. L’impegno, la costanza, ma anche la volontà e il senso di responsabilità che hanno portato tutte le parti a sedersi attorno allo stesso tavolo ci hanno anche aiutato a superare le difficoltà.anche Questa è un’opportunità unica per cambiare non soltanto l’approccio nei confronti del nucleare iraniano, ma anche la natura delle relazioni tra Unione europea e Iran all’insegna di maggiore fiducia reciproca.

Euronews
L’Europa si sta avvicinando all’Iran?

Mogherini
Come Unione europea, ma anche come singloli stati membri, abbiamo modi diversi di contribuire all’attuazione dell’accordo odierno.
Questo è un punto molto importane. Poi, chiaramente, potremmo lavorare in futuro per rafforzare anche la cooperazione politica con Teheran e iniziare a lavorare di più insieme.

Euronews
Nei negoziati è stata coinvolta anche la Russia, c‘è la possibilità di continuare a cooperare con Mosca?

Mogherini
La cooperazione con la Russia, almeno su questo dossier, è stata estremamente positiva. Tutte le parti coinvolte avevano ovviamente delle forti ragioni politiche per facilitare questo accordo. E la Russia ha svolto bene il suo compito. Ci sono comunque anche altre questioni sulle quali Unione europea e Russia stanno lavorando insieme. Penso ad esempio al processo di pace in Medio Oriente, dove Unione europea, Stati Uniti e Russia stanno lavorando insieme. Ed è una cooperazione che sta procedendo in modo positivo, anche se è necessario ancora un bel po’ di lavoro da fare, la struttura della cooperazione pare funzionare. Questo dimostra che il modello cooperativo funziona su questioni regionali o globali che siano e credo andrebbe considerato di più.