ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: soddisfazione per l'accordo, ma anche scetticismo tra gli Iraniani all'estero

Tra gli iraniani all’estero c‘è emigrazione economica ma anche molta dissidenza: l’accordo raggiunto sul nucleare potrebbe aprire nuovi orizzonti

Lettura in corso:

Iran: soddisfazione per l'accordo, ma anche scetticismo tra gli Iraniani all'estero

Dimensioni di testo Aa Aa

Tra gli iraniani all’estero c‘è emigrazione economica ma anche molta dissidenza: l’accordo raggiunto sul nucleare potrebbe aprire nuovi orizzonti anche per il dialogo interno. Siamo andati a Londra a sentire alcuni espatriati iraniani, a raccogliere le loro opinioni sulla storica firma:

‘Tutti sono contenti in questo momento. Spero che funzioni per la situazione interna al Paese, che calino i prezzi e la popolazione possa riprendere a respirare. E anche per gli espatriati, spero che gli Iraniani possano avere più facilità per viaggiare in Iran e tornare indietro”.

“Secondo me, tutti questi accordi e queste trattative sono solo una presa in giro. Non è stata detta una parola sui diritti umani e la situazione del Paese. Sono solo parole”.

“Le stesse autorità iraniane hanno detto che la schiena della popolazione era rotta, sotto il peso delle sanzioni, specialmente per la classe media. Ora spero che questo accordo possa essere una fortuna per gli Iraniani nel Paese”.

Scetticismo di alcuni sulle possibilità di un miglioramento della democrazia in Iran, ma in generale c‘è piuttosto soddisfazione anche tra gli esuli, solidali con i connazionali in patria, come sottolinea l’inviato di euronews:

“Il programma nucleare iraniano è costato dodici anni di crisi, ventuno mesi di trattative serrate e molte sanzioni pesanti, finanziarie ed economiche. Ora, con il raggiungimento di questo accordo, molti Iraniani nel mondo sperano di vedere ridursi la pressione economica sulla popolazione iraniana”.