ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Otto milioni i nepalesi colpiti dal terremoto

Si continua a cercare sopravvissuti, tra le macerie degli edifici crollati a Kathmandu nel terremoto di sabato. Il bilancio delle vittime è ancora

Lettura in corso:

Otto milioni i nepalesi colpiti dal terremoto

Dimensioni di testo Aa Aa

Si continua a cercare sopravvissuti, tra le macerie degli edifici crollati a Kathmandu nel terremoto di sabato. Il bilancio delle vittime è ancora tragicamente incerto. Ai 4500 morti accertati potrebbero aggiungersene molti di più, addirittura 10 mila secondo le stime del governo.
Quello che è certo è che otto milioni di nepalesi sono stati colpiti dal sisma: l’ampiezza della tragedia rende difficilissimi i soccorsi.
“Non abbiamo cibo né acqua, niente – dice un sopravvissuto -. Stiamo seduti qui fin dal primo momento, sono ormai 5 giorni, credo, e nessun aiuto sta arrivando. Aspettiamo e siamo molto preoccupati”.
“I bambini e le donne anziane devono rimanere fuori – dice una giovane donna -. Nessuno si è occupato di noi. Dobbiamo rimanere in questo piccolo spazio pieno di polvere. Abbiamo paura e non sappiamo dove andare. La domanda è: cosa possiamo fare adesso?”
Chi può cerca di abbandonare la capitale, per raggiungere parenti in località meno colpite dal terremoto. Le stazioni dei pullman e l’aeroporto sono presi d’assalto. Gli aiuti umanitari internazionali cominciano ad arrivare in quantità da Europa, Stati Uniti e Cina. Il programma alimentare mondiale ha lanciato un’operazione destinata a fornire cibo a 1 milione e 400 mila persone.
Si calcola che siano 30 mila le persone che hanno trovato rifugio in 16 accampamenti allestiti dal governo di Kathmandu, che ha proclamato tre giorni di lutto nazionale.