ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, anche New York è Charlie: raduno di solidarietà alle vittime dopo gli attacchi di Parigi

Lettura in corso:

Usa, anche New York è Charlie: raduno di solidarietà alle vittime dopo gli attacchi di Parigi

Usa, anche New York è Charlie: raduno di solidarietà alle vittime dopo gli attacchi di Parigi
Dimensioni di testo Aa Aa

Anche “New York è Charlie” e lo dimostra il raduno organizzato ieri a Washington Square Park, dove alcune centinaia di persone – tra queste anche la numero uno del Fondo monetario Internazionale, Christine Lagarde – hanno manifestato solidarietà alle vittime degli attacchi terroristici di Parigi.

“E’ stato un attacco contro la libertà di espressione, non sono qui necessariamente per sostenere la Francia ma per difenderne i valori. Va fatto ovunque nel mondo”, afferma una ragazza francese.

“Possiamo sicuramente dire che si è trattato dell’11 settembre dei francesi”, sottolinea un suo connazionale.

“Non ho mai partecipato ad alcuna manifestazione – spiega Lola Thomé, residente di New York – ma dopo aver visto in tv quello che è successo, so che dovevo esserci”.

Nei pressi della Freedom Tower e del memoriale dell’11 settembre, abbiamo incontrato il vignettista di origine messicana, Felipe Galindo, in arte Feggo.

Il disegno che ha realizzato in omaggio ai colleghi di Charlie Hebdo auspica che da questa strage nasca una rinnovata consapevolezza. “Insieme ad altri disegnatori – spiega – abbiamo scelto di reagire con il nostro lavoro, proseguendo l’opera di chi è scomparso. In tutto il mondo, sono tantissime le vignette uscite per sostenere Charlie Hebdo. Continueremo di questo passo”.

Michela Monte, euronews: “Come dopo gli attacchi alle Torri gemelle, sono in tanti qui a New York a chiedersi quale sarà la nuova fase politica che si aprirà in Francia e in Europa”.