ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UN MUSEO PER PIERRE CARDIN

Lettura in corso:

UN MUSEO PER PIERRE CARDIN

Dimensioni di testo Aa Aa

Pierre Cardin, l’inventore del pret-à-porter, ha aperto il suo museo della moda a Parigi, nel Marais, a un passo dal Centre Pompidou, e lo ha chiamato ‘Passato-presente-futuro’. Disposti in ordine cronologico ci sono 200 tra i suoi modelli più rappresentativi: dal cappotto nero stretto in vita realizzato nel 1951 al mantello rosso plissé del 1952, quando lo stilista italo-francese era sarto all’atelier di Christian Dior e lanciò il celebre tailleur Bar, emblema del ‘new look’.

PIERRE CARDIN, stilista: “Qui si puo’ vedere ciò che ho creato in 70 anni, questo è un lavoro personale che non imita nessuno, perché la copia è mancanza di gusto. La copia non crea è qualcosa di diverso. La creazione non è in discussione, o piace o non piace. Qui si vede quel che ho dentro di me, la mia psiche, la mia volontà di creare forme, i tessuti, i colori come li sento e come voglio mostrarli”.

Dagli anni 50 quest’uomo instancabile e appassionato, non ha mai smesso di creare, inventare fondando un impero mondiale (ora in vendita) che va dalla moda alla ristorazione fino al teatro, passando per la profumeria e il settore alberghiero. Un impero che vale un miliardo di euro.

PIERRE CARDIN, stilista: “E’ una evoluzione. La moda non puo’ stare ferma. C‘è uno stile che la gente ama oppure no ma deve comunque cambiare. Il mio ‘Presente, Passato, Futuro’, significa che il futuro non è ancora qui ma diventerà passato.”

Cardin è nato nel 1922 a San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso, ed emigro’ con la famiglia in Francia all’età di due anni. La sua rivoluzione è stata quella di dare abiti confortevoli a tutti.