ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pensioni private da convertire in fondi pubblici. Proteste in Ungheria

Lettura in corso:

Pensioni private da convertire in fondi pubblici. Proteste in Ungheria

Dimensioni di testo Aa Aa

Duemila persone in strada a Budapest per protestare contro l’ultima iniziativa del governo ungherese del Premier Viktor Orban.

Ora è il sistema pensionistico privato nel mirino dell’esecutivo della destra nazionalista che vuole passare i fondi di 60.000 cittadini nel sistema pubblico nel tentativo di sanare il buco delle casse dello Stato. Una misura avviata 4 anni fa e che mette a rischio l’intero settore pensionistico privato.

“Quelli sono soldi privati. I soldi versati in fondi privati sono solo miei, di nessun altro e se muoio sono dei miei figli oppure di mia moglie” dice Zoltán Vajda, uno degli organizzatori della manifestazione. “Se il governo ha l’impressione che il sistema pensionistico privato non funzioni bene, e sono sicuro che ci sia del vero, deve aprire un dibattito con il settore dei professionisti”.

“Da un lato ci sono i nostri soldi, contati, verificati, con interessi calcolati da professionisti” dice un manifestante. “Ma cosa succederebbe nelle mani del governo? Solo promesse al vento”.

Complessivamente l’operazione porterebbe 650 milioni di euro nelle casse dello Stato. Se approvata la misura entrerebbe in vigore dal 1 gennaio.

Andrea Hajagos, da Budapest per euronews:
“Secondo gli esperti se il Parlamento approverà il disegno di legge in dicembre così come è stato impostato dal governo ad oggi, molto presto tutti i fondi pensionistici privati saranno costretti a chiudere i battenti”.