This content is not available in your region

Da Radioimmaginaria un podcast per Chiara, uccisa a 16 anni

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Su Rai Play Sound, 'vuole raccontare i pericoli per i giovani'
Su Rai Play Sound, 'vuole raccontare i pericoli per i giovani'

(ANSA) – BOLOGNA, 27 GIU – Si chiama ‘L’Arco di Chiara’ ed è
il podcast che Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti, ha
prodotto per Rai Play Sound per raccontare la storia di Chiara
Gualzetti, l’adolescente, sedicenne, uccisa esattamente un anno
fa, il 27 giugno, da un coetaneo in provincia di Bologna. Il
ragazzo, minore, alla fine di un interrogatorio confessò il
delitto spiegando di averla uccisa perché “spinto da una forza
demoniaca”. Il processo, al tribunale per i minorenni, è
iniziato ad aprile di quest’anno, con la difesa che ha chiesto
il rito abbreviato condizionato a una nuova perizia
psichiatrica. “Il nostro obiettivo non è quello di cercare nuovi indizi
-spiegano gli speaker di Radioimmaginaria – ma di raccontare i
pericoli che si nascondono in una certa finta normalità che
tutti i giorni noi adolescenti viviamo dentro e fuori dai
social”. Il podcast, che sarà tra l’altro presentato stasera a
Monteveglio, è condotto da Marco, Sassa e Libera. I tre speaker
ci hanno lavorato per quattro mesi, parlando ogni giorno coi
genitori di Chiara, con amici, esperti. “Questa iniziativa per noi è importante perché è un modo per
ricordare nostra figlia – hanno affermato Giusi e Vincenzo
Gualzetti – e per mettere in guardia i ragazzi sui pericoli che
ci possono essere intorno a loro”. Il podcast si articola in 7 episodi della durata di circa 30
minuti ciascuno. Il primo oggi, 27 giugno, su Rai Play Sound.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.