Manifestazione pro Palestina a Milano, centinaia in piazza

Telefonata di Di Battista e Moni Ovadia,siete i più soli a mondo
Telefonata di Di Battista e Moni Ovadia,siete i più soli a mondo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 16 MAG - Sono alcune centinaia i palestinesi che stanno deciso di manifestare in Largo Cairoli a Milano contro l'escalation di violenza tra Palestina e Israele. "Israele via, via. Palestina terra mia", tra gli slogan più scanditi. "Israele minaccia per l'umanità, media industria del falso ", è scritto sullo striscione dell'Associazione dei palestinesi d'Italia (Api). "Fermare i criminali nazisti e sionisti", è scritto su un sltro. Da un camion sono diffusi canti palestinesi. Numerose le famiglie coi bambini. "Ciao a tutti compagni e compagne di tutte le religioni e nazionalità - ha detto un'oratrice dal palco - grazie per esserci per dire basta a questa carneficina". E' poi stato diffuso l'inno nazionale palestinese che i partecipanti hanno cantato con il pugno chiuso alzato. Fra gli interventi, quelli telefonici dell'ex parlamentare 5Stelle Alessandro Di Battista e dell'attore Moni Ovadia. "Io oggi mi schiero con il diritto di esistere di Israele, ma dico il popolo oppresso è quello palestinese: non si può essere equidistanti, ora. Io mi schiero con voi" ha detto il pentastellato. Mentre Ovadia ha espresso la sua "solidarietà a ogni donna, bambino e uomo palestinese che è costretto a vivere in una terra coperta di macerie. Il popolo palestinese è il popolo più solo del mondo perché la Comunità internazionale non se ne cura minimamente. Io sono con voi". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Commissione Ue, il possibile ritorno di Mario Draghi in Europa piace in Italia

Usa, Donald Trump a cena con Andrzej Duda a New York: il tycoon sonda il terreno per la Casa Bianca

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista