This content is not available in your region

Vertice Ue-Ua: la trasformazione digitale è una priorità

Di Euronews
Vertice Ue-Ua: la trasformazione digitale è una priorità
Diritti d'autore  euronews   -  

C'è grande sicurezza e un grande spiegamento di forze a Bruxelles in occasione del sesto summit tra Unione Europea e Unione Africana. Più di 60 leader di entrambi i continenti sono arrivati in città. E con molti temi sul tavolo, avranno molto da discutere in soli due giorni: uno dei più significativi è l'accesso alla rete.

Si calcola che il 25% della popolazione africana abbia accesso a Internet. La trasformazione digitale è una priorità per diversi paesi, tra cui la Repubblica Democratica del Congo, dove la mancanza di infrastrutture digitali è solo una delle tante sfide.

Queste le dichiarazioni del ministro dell'economia digitale della RDC , Désiré Cashmir Eberande Kolongele:

"Il primo problema - dice - è la regolamentazione. Dobbiamo assolutamente regolamentare le attività digitali del continente. Questo significa avere regole chiare, in modo particolare, delle condizioni di accesso. Il secondo problema è quello dei contenuti. Dobbiamo assicurarci che le applicazioni che saranno sviluppate nel settore digitale rispondano davvero alle esigenze della gente".

Per regolare e finanziare la trasformazione digitale, la Repubblica Democratica del Congo è uno dei 136 paesi e giurisdizioni che hanno aderito alla riforma fiscale internazionale, conclusa all'OCSE. Questo farà in modo che i giganti della tecnologia e altre multinazionali paghino il loro giusto tributo.

Pascal Saint-Amans, direttore del Centro per la politica e l'amministrazione fiscale dell' OCSE è intervenuto proprio su questo tema :

"In Africa avete così tanti incentivi fiscali superflui, risultato della pressione delle multinazionali che dicono 'per favore datemi un'esenzione altrimenti andrò lì'. La maggior parte di questi incentivi sono uno spreco e dal momento in cui ci sarà una tassazione minima al 15%, i paesi africani avranno finalmente l'opportunità di porre fine a questi incentivi, e questo porterà ricavo significativo."

Secondo diversi membri del Parlamento europeo, un altro strumento di cui può beneficiare l'economia dell'Africa è il commercio.

Ne ha parlato il deputato europeo Samira Rafaela:

"C'è molto capitale umano, giovani che vivono lì, imprenditrici e la grande forza delle donne nell'economia africana quando si tratta di innovazione e tecnologia. Ci sono molte opportunità nel continente africano e l'UE dovrebbe essere il partner commerciale del continente, quando ovviamente parliamo di commercio equo e giusto."

Mettendo insieme tasse, commercio equo e capitale umano, l'economia dell'Africa può fare un grande salto verso il suo futuro digitale.