This content is not available in your region

Pellet contraffatto in porto a Cagliari, stop a 700 quintali

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Agenzia Dogane, carico proveniente dall'Egitto. Una denuncia
Agenzia Dogane, carico proveniente dall'Egitto. Una denuncia

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAGLIARI</span>, 03 <span class="caps">NOV</span> – I funzionari dell’Ufficio delle<br /> Dogane di Cagliari, in servizio nella sezione operativa<br /> territoriale del porto industriale, insieme con i finanzieri di<br /> Cagliari, hanno sequestrato 4.770 sacchi di pellet con<br /> etichettatura commerciale A1, da 15 kg ciascuno per un peso<br /> complessivo di 71.550 kg, contenuti all’interno di 5 container<br /> provenienti dall’Egitto, pronti a essere messi in consumo sul<br /> territorio nazionale. Il legale rappresentante della società<br /> importatrice, con sede legale a Milano e sede secondaria in<br /> Selargius (Cagliari), è stato denunciato per vendita di prodotti<br /> industriali con segni mendaci.<br /> Durante l’ispezione sono stati prelevati dei campioni e le<br /> analisi hanno accertato la non conformità all’etichettatura<br /> commerciale A1, per il contenuto di ceneri e di azoto superiore<br /> a quello consentito.<br /> “La libera disponibilità della merce, riportante in<br /> etichettatura le indicazioni mendaci relative alla qualità del<br /> prodotto, avrebbe permesso all’importatore la distribuzione e la<br /> vendita di merce di bassa qualità a fronte di un’alta qualità<br /> dichiarata, con conseguente induzione in inganno dei consumatori<br /> finali – spiegano dall’Agenzia delle Dogane – Le attività di<br /> sequestro poste in essere, miranti a contrastare il fenomeno<br /> delle illecite importazioni di pellet recante il marchio di<br /> certificazione di qualità contraffatto, sono il frutto di<br /> un’accurata attività di analisi degli scambi commerciali che<br /> interessano la filiera d’importazione e vendita del predetto<br /> combustibile, a danno della leale concorrenza tra gli operatori<br /> onesti del settore che risentono, nel particolare momento<br /> storico di difficoltà di approvvigionamento di altra tipologia<br /> di combustibile per le note vicende internazionali, degli<br /> effetti del conseguente incremento dei prezzi all’importazione<br /> del pellet che si attesta su valori superiori al 60%”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.