This content is not available in your region

L'Ucraina attende migliaia di uomini che stanno venendo formati nel Regno Unito

Access to the comments Commenti
Di Alberto De Filippis
euronews_icons_loading
Image
Image   -   Diritti d'autore  Frank Augstein/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Il conto dei morti tra i civili in Ucraina continua ad aumentare. Secondo Kiev, almeno tre civili hanno perso la vita e altri 20 sono rimasti feriti nelle ultime ore sotto il fuoco dell'artiglieria russa. Ci sono stati pesanti bombardamenti a Kharkiv, la seconda città più grande del paese, e in diverse città e villaggi nelle aree dell'oblast di Donetsk che sono ancora sotto il controllo ucraino.

Bombe sulla spiaggia

Ci sono state anche vittime civili a Zatoka, vicino al porto di Odessa. Tre persone sono rimaste uccise domenica e due sono rimaste ferite nell'esplosione di una mina e altre due mentre stavano facendo il bagno sulla costa del Mar Nero, nonostante un divieto ufficiale. Uno dei corpi è stato recuperato lunedì.

La propaganda contrapposta cerca di avere la meglio. Mosca afferma di aver preso il controllo di Udy, nella regione di Kharkiv. Questa località era stata oggetto di pesanti bombardamenti. Kiev afferma di aver colpito con dei missili una base mercenaria del gruppo russo Wagner.

Mosca bombarda le zone residenziali di Kharkiv

Mentre le truppe russe continuano i bombardamenti sul fronte della guerra, nelle retrovie si prepara il terreno per una futura annessione dei territori occupati: alla popolazione vengono forniti passaporti russi, stipendi e pensioni pagati in rubli e visite stampa internazionali sono organizzate per mostrare una cosiddetta "normalità".

Kiev bombarda una base della Wagner a Popasna

Tuttavia, l'assenza di "normalità" è evidente in molti luoghi. L'Ucraina sta cercando di riconquistare la città meridionale di Kherson e ha distrutto ponti vitali per l'approvvigionamento dei russi. L'aiuto partigiano è fondamentale, così come l'addestramento nel Regno Unito di migliaia di soldati ucraini che si uniranno alla prima linea nelle prossime settimane.