This content is not available in your region

Sub di Marevivo ripiantano un corallo nero su relitto Haven

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Complesso intervento a 60 metri per ripristinare ecosistema
Complesso intervento a 60 metri per ripristinare ecosistema

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 06 <span class="caps">AGO</span> – Speciale salvataggio subacqueo<br /> dell’associazione Marevivo: una squadra di volontari<br /> ambientalisti ha ripiantato un corallo nero di 1,5 metri che era<br /> stato violentemente reciso, probabilmente da una rete o una<br /> lenza da pesca, sul relitto della petroliera Haven, incendiata e<br /> affondata nel 1991 al largo delle acque di Genova. Il corallo,<br /> infatti, si trovava ad una profondità di sessanta metri ed era<br /> cresciuto sulla ringhiera del relitto protagonista del più grave<br /> disastro ambientale del Mediterraneo. La Haven ora rappresenta<br /> anche il più grande relitto del Mediterraneo sul quale, però,<br /> grazie all’incredibile potere resiliente del mare, sono nate<br /> moltissime forme di vita. Tra queste, appunto, anche il corallo nero, preziosissimo per<br /> l’ecosistema perché è la casa di diverse specie di pesci.<br /> “Quando ci hanno segnalato la presenza di un corallo nero<br /> strappato dal relitto, dove era cresciuto, abbiamo organizzato<br /> l’intervento nel minor tempo possibile” spiega Massimiliano<br /> Falleri, responsabile della divisione sub di Marevivo. “Grazie a<br /> una tecnica sperimentale, già provata con successo in passato,<br /> abbiamo ricostruito la base e ripiantato il corallo. Operazioni<br /> di questo tipo, svolte a sessanta metri di profondità,<br /> richiedono precisione e preparazione e una squadra formata da<br /> più persone”. Il salvataggio è avvenuto grazie alla cooperazione tra gli<br /> otto volontari di Marevivo insieme ai subacquei Roberto Bottini,<br /> Andrea Fattore, Alessandro Geo Ruga, Cristina Freghieri, Stefano<br /> Bruno, Antonella Casareale ed Enrico Ascani. In autunno i sub<br /> torneranno nelle acque liguri per un monitoraggio della crescita<br /> del corallo. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.