This content is not available in your region

Parroco arrestato per spaccio a Prato

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Accusa lesioni cade, restano spaccio e appropriazione offerte
Accusa lesioni cade, restano spaccio e appropriazione offerte

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PRATO</span>, 14 <span class="caps">SET</span> – Arrestato per spaccio di<br /> stupefacenti a Prato, un sacerdote, don Francesco Spagnesi,<br /> coinvolto in un’indagine della polizia su feste a base di<br /> cocaina e di Gbl, la cosiddetta ‘droga dello stupro’. Il<br /> parroco, 40 anni, è stato messo agli arresti domiciliari dal gip<br /> Francesca Scarlatti che ha accolto la richiesta di misura<br /> cautelare presentata dalla procura. Le accuse sono di spaccio e<br /> importazione di sostanze stupefacenti. Il sacerdote da pochi<br /> giorni ha lasciato gli incarichi nella Parrocchia<br /> dell’Annunciazione nel quartiere pratese della Castellina.<br /> Secondo quanto ricostruito dalla squadra mobile di Prato, il<br /> parroco don Francesco Spagnesi avrebbe importato dall’estero,<br /> nel corso del tempo, quantitativi di Gbl (la droga dello stupro)<br /> compresi tra mezzo litro e un litro per volta assieme ad un<br /> complice, Alessio Regina, di 40 anni. Proprio grazie<br /> all’individuazione dell’attività criminale di quest’ultimo e al<br /> suo arresto avvenuto a fine agosto per importazione di droga<br /> dall’Olanda, gli inquirenti hanno scoperto il coinvolgimento del<br /> sacerdote. Secondo la polizia la droga sarebbe stata pagata con<br /> le offerte dei parrocchiani e destinata a persone contattate<br /> tramite siti di incontri sessuali. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.