ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Staccò orecchio, lavorerà con i ragazzi

Lettura in corso:

Staccò orecchio, lavorerà con i ragazzi

Staccò orecchio, lavorerà con i ragazzi
Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - MILANO, 4 LUG - Dovrà lavorare con i ragazzi di unacooperativa sociale di Milano, occupandosi di sport: èl'attività di pubblica utilità che dovrà compiere per quattromesi il body builder Antonio Bini, che si è visto accogliere neimesi scorsi dal giudice di Milano la richiesta di "messa allaprova ai servizi sociali", con conseguente sospensione delprocesso a suo carico per lesioni aggravate dai futili motivi.Processo nato dopo l'aggressione a un tassista avvenuta per unabanale lite di viabilità, lo scorso 28 novembre, nei pressidella stazione Centrale. Il 29enne, finito agli arresti domiciliari il giornodell'aggressione, è tornato libero il 9 febbraio in seguito alrisarcimento di 28mila euro (più 5mila di spese legali) a PierFederico Bossi, l'autista del taxi a cui staccò il lobo di unorecchio. Il tassista dopo l'aggressione era stato trasportatoal Niguarda, dove gli era stato ricucito il pezzo di orecchio,ed era stato ricoverato anche per la rottura del naso e lalussazione di una spalla.
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.