ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Chiudiamo le frontiere tedesche!": destra populista in piazza

Lettura in corso:

"Chiudiamo le frontiere tedesche!": destra populista in piazza

"Chiudiamo le frontiere tedesche!": destra populista in piazza
Dimensioni di testo Aa Aa

Non si fermano le proteste in Germania della destra populista, che chiede una revisione della politica di accoglienza. A Magonza alcune persone hanno manifestato per ricordare giovani donne uccise da stranieri.

L'ultima è stata Susanna Feldman, una 14enne per il cui stupro e omicidio è accusato un iracheno, arrivato nel 2015, nel pieno della crisi dei rifugiati, e la cui richiesta d'asilo era stata respinta l'anno successivo. La giovane viveva nella vicina Wiesbaden.

"Sono qui perché delle ragazze sono morte, e ogni singola vittima è una di troppo. Ad un certo punto bisogna protestare", afferma uno dei manifestanti.

Tra di loro anche attivisti di Alternativa per la Germania (AfD), partito di estrema destra entrato in parlamento per la prima volta l'anno scorso.

"Non dovrebbero far entrare più nessuno, dovrebbero allestire campi in piccole città dove possano trovare rifugio ed essere assistiti, in Paesi arabi", dice una dimostrante.

In contemporanea si è svolta una contro-manifestazione dell'estrema sinistra.

Tutto questo mentre è in atto uno scontro in seno al governo, tra Angela Merkel e il ministro dell'Interno Horst Seehofer. È infatti saltata la presentazione del cosiddetto "masterplan" dei migranti. Il leader della CSU vuole che i futuri richiedenti asilo, già registrati in altri Paesi dell'Unione europea o in passato espulsi dalla Germania, vengano respinti ai confini. La Cancelliera si oppone.

È tuttavia difficile che Seehofer cederà, perché tra pochi mesi si terranno le elezioni in Baviera, e la CSU vuole recuperare gli elettori passati l'anno scorso all'Afd.