ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intelligenza artificiale: un'opportunità per le imprese europee

Lettura in corso:

Intelligenza artificiale: un'opportunità per le imprese europee

Intelligenza artificiale: un'opportunità per le imprese europee
Dimensioni di testo Aa Aa

Intelligenza artificiale, robotica e big data stanno cambiando il modo in cui viviamo e lavoriamo. Siamo andati a Stoccolma per capire quali siano le opportunità di business in questo campo. Qui abbiamo incontrato Daniel Gillblad, un esperto del settore, che ci ha illuminati in merito: "Il potenziale è enorme. Al momento l'intelligenza artificiale può essere utilizzata per automatizzare i processi aziendali, i processi di produzione e creare servizi intelligenti. A lungo termine cambierà il nostro modo di fare business".

Nella capitale svedese la start-up Furhat Robotics) ha sviluppato un'interfaccia in grado di interagire con le persone. Nella pratica, una testa parlante.

Furhat fa già parte di un progetto pilota all'aeroporto di Francoforte, dove fornisce informazioni ai passeggeri.

Furhat aiuta i passeggeri dell'aeroporto di Francoforte

Ma i progettisti del robot hanno progetti molto più ambiziosi, dice il co-fondatore della compagnia, Samer Al Moubayed: "Il potenziale del settore è enorme, e non esiste ancora un gruppo leader, per cui è terreno fertile. I robot possono essere dappertutto: a casa, a scuola, in clinica, al centro commerciale... Se riusciamo a sviluppare la compagnia giusta, penso che possiamo crescere moltissimo".

L'Unione europea ha da poco annunciato l'intenzione di incrementare gli investimenti nell'intelligenza artificiale. Oltre a sostenere imprese come Furhat, l'obiettivo è di instillare fiducia in tecnologie che rivoluzionano il modo in cui lavoriamo.

Perché naturalmente questa tecnologia solleva qualche preoccupazione, in particolare per l'impatto sull'occupazione. Ma dal punto di vista di un'impresa, in che modo può contribuire a farla crescere?

Spiega Daniel: "Può automatizzare gran parte della gestione della produzione e della catena di approvvigionamento. Può aiutare ad automatizzare, ad esempio, l'interazione con il cliente, attraverso gli help desk automatizzati, e realizzare modelli e sistemi più rapidamente attraverso l'apprendimento automatico". E un imprenditore, per capire se questa tecnologia possa servire alla sua impresa, deve informarsi "su che cosa si può fare e che cosa no oggi con queste tecnologie. Per fortuna c'è molto materiale consultabile online sull'apprendimento automatico e l'intelligenza artificiale".


Intelligenza artificiale e robotica in Europa

• Le tecnologie emergenti, come l'intelligenza artificiale, la robotica e i big data, stanno trasformando il modo in cui viviamo e lavoriamo.

• L'intelligenza artificiale ha il potenziale di fornire soluzioni a sfide di enorme portata, come la cura di malattie croniche o la prevenzione di cyber attacchi, e questo crea nuove opportunità alle imprese innovanti.

• Ma queste opportunità non vengono colte: solo il 25 per cento delle grandi imprese e il 10 per cento delle pmi usavano la big data analytics nel 2017 e solo un'impresa su cinque era altamente digitalizzata.

• Una compagnia ha fatto il grande salto: la start-up svedese Furhat ha sviluppato una nuova interfaccia fra computer e esseri umani che è basata su anni di ricerca e sviluppo nell'intelligenza artificiale sociale.

• Questo robot sociale può essere utilizzato nell'apprendimento, nella somministrazione di terapie o nell'assistenza sanitaria e ha permesso alla compagnia di vincere diversi premi scientifici di spicco, inclusi il Christian Benoit Award e l'ICMI Outstanding Demo Award.

• Per permettere a imprese e individui di sfruttare al meglio l'intelligenza artificiale, il 25 aprile 2018 l'Ue ha presentato il suo progetto di stimolare gli investimenti nell'intelligenza artificiale, rendere disponibili più dati pubblici, sostenere lo sviluppo delle competenze digitali e assicurare un quadro etico e giuridico adeguato.

Link utili