ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il futuro dell'intelligenza artificiale in Europa

Lettura in corso:

Il futuro dell'intelligenza artificiale in Europa

Il futuro dell'intelligenza artificiale in Europa
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Europa vuole recuperare il ritardo nel campo dell'intelligenza artificiale. La Commissione europea ha annunciato la sua strategia, che punta su nuovi investimenti e standard etici.

Che non significa però concedere diritti ai robot o sostituire gli esseri umani, rassicura il Commissario Andrus Ansip: "Io ho molti di questi robot. Per esempio, uno pulisce casa mia mentre io mi trovo in sala stampa. Sto parlando di un aspirapolvere. E non penso che il mio aspirapolvere dovrebbe avere diritti umani... E forse voi pensate che il mio aspirapolvere farebbe il mio lavoro meglio di me, ma non penso che accadrà".

La Commissione propone di investire almeno 20 miliardi di euro entro il 2020 nella ricerca sull'intelligenza artificiale e l'innovazione. In secondo luogo incoraggia gli Stati membri a modernizzare l'istruzione e sostenere le transizioni nel mercato del lavoro allo scopo di prepararsi ai cambiamenti socioeconomici. Infine, entro la fine dell'anno saranno presentate linee guida sull'etica.