ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra Vs Mosca: Theresa May cerca l'appoggio di Bruxelles

Lettura in corso:

Londra Vs Mosca: Theresa May cerca l'appoggio di Bruxelles

Londra Vs Mosca: Theresa May cerca l'appoggio di Bruxelles
Dimensioni di testo Aa Aa

L’ultimo episodio della saga sullo spionaggio internazionale, che si è trasformata in una grande crisi diplomatica, ha portato alla espulsione dal suolo britannico di 23 diplomatici russi.
La Russia ha annunciato di voler rispondere in natura, mentre il ministro degli Esteri britannico ha paragonato Vladimir Putin a Hitler, che nel 1936 ospitò le Olimpiadi a Berlino.
Sicuramente, non tira una bella aria tra Mosca e Londra . La guerra di parole Russo-britannica ha raggiunto il culmine nel momento in cui Putin è stato rieletto presidente.
Questa è stata probabilmente la notizia meno sconvolgente dell’anno, perché nessuno sano di mente si sarebbe aspettato un altro risultato.
In Russia, non c‘è una vera opposizione a Putin.
E’ stato quindi un po’ sorprendente vedere i leader occidentali ritenessero necessario congratularsi con lui per la sua vittoria.
Uno di questi leader è stato proprio Donald Trump, anche se la sua reazione non ci stupisce.
Il presidente degli Stati Uniti si è congratulato con Putin nonostante – come riportato dal Washington post – il suo consigliere per la sicurezza nazionale gli avesse consigliato di non farlo.
In Europa, invece, sono state sollevate polemiche sul fatto che il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, avesse deciso di fare la stessa cosa.
Come conciliare questo con il desiderio della Gran Bretagna di avere dalla sua parte degli stati membri che le mostrino solidarietà?
Il bullismo di Putin e la ricerca di una strategia comune per affrontarlo sono stati gli argomenti principali del vertice europeo.