ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles si mobilita per salvare i senzatetto dal freddo

Lettura in corso:

Bruxelles si mobilita per salvare i senzatetto dal freddo

Bruxelles si mobilita per salvare i senzatetto dal freddo
Dimensioni di testo Aa Aa

Per contrastare l'ondata di freddo che sta investendo l'Europa, la città di Bruxelles ha adottato nuove misure per aiutare i senzatetto. Il borgomastro di Etterbeek ha emesso un ordine di esecuzione valido fino all'8 marzo per consentire alla polizia di effettuare degli arresti amministrativi per i senzatetto che si rifiutano di ricevere riparo nei centri di accoglienza predisposti.

"Non possiamo accettare la volontà di una persona di mettersi in pericolo- spiega Vincent Dewolf -. Se vedete qualcuno che vuole saltare da un ponte lo spingete o lo trattenete? Lo tratterrete, naturalmente. E poi abbiamo un obbligo legale di fornire assistenza alle persone in pericolo. Ed io come responsabile per la sicurezza e l'ordine pubblico mi sento obbligato a farlo.

Il centro della Croce Rossa è in piena attività. Qui sono ospitati i senzatetto, che hanno accesso anche all' assistenza medica. In questo stabilimento possono dormire in stanze da 6 persone e non in dormitori, come negli altri centri di accoglienza. Freddy Simon, direttore del centro per senzatetto a Bruxelles ritiene che "se le persone fuori sono in pericolo e rischiano la vita, è senza dubbio normale dar loro rifugio. Sarebbe scandaloso avere dei morti per le strade perché qualcuno ha rifiutato l'aiuto o le autorità non hanno fatto ciò che era necessario per proteg gere la persona ".

Eppure c'è chi come Diego, un senza tetto di origine spagnola, preferisce la strada. In Belgio dal 2011, da sette anni vive sui marciapiedi di Bruxelles.

"Non andro' mai al Samusocial perché è sporco - afferma -, la gente ruba, ed è caotico, quindi preferisco rimanere per strada con mia moglie".

Il servizio Samusocial ha aperto a Bruxelles un ulteriore centro di accoglienza, potendo cosi ospitare più di 1.100 persone.