ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afrin: prosegue l'operazione turca "Olive Branch", dopo l'arrivo delle forze di Assad

Lettura in corso:

Afrin: prosegue l'operazione turca "Olive Branch", dopo l'arrivo delle forze di Assad

Afrin: prosegue l'operazione turca "Olive Branch", dopo l'arrivo delle forze di Assad
Dimensioni di testo Aa Aa

Prosegue l'offensiva turca ad Afrin, dove lo scorso 20 gennaio Ankara aveva lanciato la cosiddetta operazione ''Olive Branch''. Le forze armate turche hanno bombardato nelle ultime ore un convoglio di 30 o 40 veicoli appartenenti alle Unità di protezione del popolo curdo nei pressi della città siriana, tre giorni dopo l'arrivo delle forze militari di Bashar Al Assad. L'obiettivo di quest'ultimo: evitare che i turchi conquistino Afrin. Per questo il governo di Damasco ha trovato un accordo con le milizie curde.

Parlando nella capitale turca, intanto, il Presidente Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato tutto il suo disappunto per ''l'ipocrisia e la leggerezza di alcuni Paesi considerati alleati", facendo riferimento alle dichiarazioni del portavoce del Pentagono Adrian Galloway, dettosi preoccupato per gli effetti dell'operazione sui civili.

"Il portavoce del dipartimento della Difesa di uno di questi Paesi, senza alcuna vergogna ha detto che i civili muoiono ad Afrin, che le persone non possono tornare nelle loro case a causa della violenza", ha dichiarato il Capo di Stato. "Lei è senza cuore, immorale, non prova niente per quelle centinaia di bambini, donne e anziani che muoiono ogni giorno a Ghouta Est, ma la turba la lotta al terrorismo e diffonde notizie false ".

Nel suo discorso Erdogan ha inoltre aggiunto che 1873 terroristi sono stati neutralizzati nella zona di Afrin e che l'operazione "Olive Branch" continuerà, con una nuova strategia.