ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disfatta Italia: "Riformare il calcio tricolore"

Lettura in corso:

Disfatta Italia: "Riformare il calcio tricolore"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il futuro del selezionatore della Nazionale italiana, Gian Piero Ventura, e quello del Presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, sono ancora in bilico, dopo che i quattro volte campioni del mondo sono stati clamorosamente esclusi da Russia 2018, per la prima volta in 60 anni.

Giovanni Malagò, Presidente CONI:

“Se mi si dovesse chiedere, e so che questa domanda verrà, cosa farei al posto del Presidente della Federcalcio, Tavecchio, dico che dovrebbe dimettersi, perché facendo così si attesterebbe la validità della cose buone fatte in questo periodo”.

Calca la mano sulle negatività del calcio tricolore anche il Ministro per lo Sport, Luca Lotti.

“Non è stata l’unica volta in cui abbiamo notato problemi, non solo nella partita contro la Svezia abbiamo visto che qualcosa non andava: nelle ultime due Coppe del Mondo sono stati eliminati al primo turno, i Presidenti di Serie A e B non sono stati ancora eletti, quindi c‘è molto da fare: penso che dobbiamo sfruttare al meglio questa situazione negativa per riformare il calcio italiano”.

Certo è che il contraccolpo derivante dalla mancata qualificazione degli Azzurri ai Mondiali russi terrà banco ancora per parecchio negli ambienti “sportivi” del Belpaese, e non solo.