ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Barcellona, c'è chi dice no (all'indipendentismo)

La manifestazione degli unionisti attira centinaia di miglia di persone, sul palco il Nobel Vargas Llosa

Lettura in corso:

Barcellona, c'è chi dice no (all'indipendentismo)

Dimensioni di testo Aa Aa

Una manifestazione contro quello che definiscono il golpe della Generalitat , per tornare a ragionare. A Barcellona quasi un milione di persone secondo gli organizzatori, 350mila secondo la polizia, ha partecipato al raduno degli unionisti, i catalani, cioè, che non vogliono separarsi dalla Spagna.

Ospite d’eccezione, il premio Nobel per la letteratura, peruviano, naturalizzato spagnolo, Mario Vargas Llosa :

Il nazionalismo ha riempito la storia dell’Europa, del mondo e della Spagna di guerre, sangue e morti. Da un po’ di tempo il nazionalismo sta spargendo il caos anche in Catalogna. Ecco perchà siamo qui, per fermarlo!

Sul palco anche l’ex ministro socialista ed ex presidente del Parlamento europeo, Josep Borrell, catalano che si è rivolto alla folla in catalano, mostrando una bandiera europea:

Vedo alcune stellate, alcune bandiere catalane, qui. Ma questa è la nostra stellata

Dice il nostro inviato, Francisco Fuentes :

Questa grande manifestazione a favore dell’unità della Spagna si è svolta 48 ore prima del previsto discorso che il presidente catalano, Carles Puigdemont, pronuncerà al Parlamento regionale. Un discorso che detterà i prossimi passi dell’indipendentismo.