ULTIM'ORA

Madrid coordinerà i Mossos, Barcellona non ci sta

Il corpo dei Mossos d'Esquadra finirà sotto la tutela del Ministero dell'Interno spagnolo, tuttavia la reazione del Governo catalano non si è fatta attendere

Lettura in corso:

Madrid coordinerà i Mossos, Barcellona non ci sta

Dimensioni di testo Aa Aa

Il corpo dei Mossos d’Esquadra, Polizia catalana dipendente dalle autorità regionali, finirà sotto la tutela del Ministero dell’Interno spagnolo.

Il Governo di Madrid ha deciso di assumere il coordinamento delle forze di sicurezza in Catalogna per impedire la celebrazione del referendum di autodeterminazione del 1 ottobre, dichiarato illegale da una sentenza della Corte Costituzionale.

Tuttavia, la reazione del Governo catalano non si è fatta attendere.

Joaquim Forn, Consigliere Affari Interni Catalogna:

“Il Capo della Polizia catalana ha ribadito che non accetterà il coordinamento del rappresentante statale spagnolo, perciò vogliamo trasmettere molta calma ai cittadini perché il leader della Polizia catalana non cederà ad altri le proprie funzioni”.

Piglio deciso, sul fronte opposto, pure per il Primo Ministro, Rajoy, intervenuto sull’argomento a Palma de Mallorca.

Mariano Rajoy, Premier Spagna:

“La cosa più ragionevole e più democratica da fare è fermare questa situazione, porre fine alle molestie ai Sindaci e ai Consiglieri, alle manifestazioni davanti ai Tribunali per intimidire i Giudici, non è democratico”.

Dal Governo centrale, comunque, si assicura che non verranno sottratte competenze ai Mossos,

Madrid contro Barcellona: la sfida tra le due città si fa sempre più aspra, e la tensione sale alle stelle.

Di certo, il 1 ottobre sarà grande la mobilitazione del fronte secessionista, con non pochi problemi per il mantenimento dell’ordine pubblico.