ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Isis minaccia la Spagna con un video in castigliano

Il Ministero dell'Interno aumenta le misure di sicurezza in tutte le maggiori città del Paese

Lettura in corso:

L'Isis minaccia la Spagna con un video in castigliano

Dimensioni di testo Aa Aa

Madrid, Barcellona, Valencia, Siviglia. E tutte le principali città della Spagna. Misure di sicurezza supplementari, modifiche della viabilità e dell’accesso agli spazi pubblici. La stampa spagnola rivela le misure adottate dal governo di Madrid senza ricorrere ad annunci ufficiali per non fornire piste ai terroristi, come spiegato dal Ministero dell’Interno.

Misure che sostanzialmente ricalcano quelle già adottate in Spagna a fine 2016 dopo l’attentato di Berlino.

A seguito dell’incontro tra il sindaco Ada Colau, le autorità regionali e il consiglio di sicurezza della comunità autonoma nel Palazzo Municipale, Barcellona ha approvato un aumento della presenza degli agenti in tutti i siti sensibili, dagli aeroporti alle autostrade ai luoghi d’aggregazione pubblica.

Misure tanto più giustificate dal momento che la Spagna diventa per la prima volta oggetto di minacce specifiche da parte dell’Isis attraverso un video messaggio registrato direttamente in castigliano. L’ennesima dimostrazione di quanto l’autoproclamato Stato Islamico investa per affinare la propaganda del terrore.