ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela, massacro nella prigione

Lettura in corso:

Venezuela, massacro nella prigione

Dimensioni di testo Aa Aa

È stato un massacro. Almeno 37 morti dopo l’intervento delle forze speciali venezuelane in una prigione dell’Amazzonia, nel sud del paese. Le poche immagini filtrate sono quelle che arrivano sui social media. La polizia ha circondato l’istituto penitenziario e i parenti dei detenuti sanno poco o nulla dei loro cari. Il governatore della regione, Liborio Guarulla, ha descritto l’operazione come un eccidio. 14 gli agenti feriti

Aldilà della terribile crisi venezuelana, uno dei problemi delle prigioni del paese è quello dei “pranes”, cartelli che controllano le carceri nella più totale impunità e spesso con il beneplacito dell’autorità carceraria. Uno dei timori dell’opposizione è che l’anarchia delle prigioni possa favorire omicidi di membri dell’opposizione detenuti. È il caso del marito della ex fiscale generale Ortega Diaz, il deputato German Ferrer, che dovrebbe godere di immunità parlamentare. Siccome però il parlamento è stato di fatto esautorato, essa, secondo i chavisti, sarebbe decaduta.