ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Raid israeliano nella casa dell'attentatore palestinese


Israele

Raid israeliano nella casa dell'attentatore palestinese

Resta alta la tensione a Gerusalemme e in Cisgiordania. Raid dei soldati israeliani nell’abitazione del giovane palestinese sostenitore di Hamas che ieri ha massacrato tre membri di una famiglia israeliana nella colonia di Halamish, nei pressi di Ramallah. Arrestato il fratello. L’attentatore ieri è stato ferito gravemente da un militare ed è ora ricoverato in un ospedale israeliano.

“È stata la giornata di sangue di venerdì nella moschea al-Aqsa di Gerusalemme a spingere il giovave all’attacco”, racconta suo padre che ora potrebbe veder demolita la sua abitazione.

Tre palestinesi sono rimasti uccisi durante le manifestazioni di protesta indetta contro i metal detector e le nuove misure di sicurezza israeliane per entrare nella moschea di al Aqsa, luogo sacro che gli israeliani chiamano Monte del Tempio.

Dopo gli scontri, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha annunciato che congelerà i contatti a tutti i livelli con Israele fino a quando non verranno cancellate le “misure contro il popolo palestinese”.

Israele ha alzazo l’allerta ai massimi livelli, soprattutto nella Città Vecchia e nella Spianata delle Moschee.