ULTIM'ORA

Lettura in corso:

World Judo Tour: giornata storica per il Messico a Cancun


Sport

World Judo Tour: giornata storica per il Messico a Cancun

Giornata storica per il Messico e per Luz Olvera, che è stata la ‘woman of the day’ nel giorno inaugurale del Grand Prix di judo a Cancun.

La giovane messicana, classe 1994, ha dominato il suo quarto di finale nella categoria 52 kg contro la slovena Anja Stangar, trovando non uno ma ben due Uchi Mata, che hanno portato entrambi al Waza Ari. In semifinale, Olvera ha superato un altro ostacolo molto difficile, la testa di serie numero 1, la statunitense Angelica Delgado, volando cosi’ in finale contro Sarah Menezes .

In una finale molto tesa ed equilibrata contro la campionessa olimpica ai Giochi di Londra 2012, Olvera è andata all’attacco, riuscendo a spuntarla sulla favorita Menezes e mandando in delirio il pubblico messicano, che ha giustamente tributato la meritata ovazione all’idolo di casa.

Quella di Cancun è la la prima medaglia per il Messico e per Luz Olvera nel World Judo Tour. “E’ una medaglia molto importante, visto che mai il Messico ne aveva conquistata una nel World Tour – ha detto la messicana -. Credo che questo momento sia importante anche per tutti quei bambini che ci stanno guardando: con lavoro e sacrificio, tutti i sogni possono realizzarsi”.

Bronzo per l’italiana Odette Giuffrida, al primo torneo del World Tour dopo l’argento ottenuto ai Giochi di Rio. La vicecampionessa olimpica, dopo aver perso in semifinale contro Menezes, ha vinto la finalina grazie a un ippon sulla slovena Štangar.

Tra gli uomini, il man of the day è Francisco Garrigos, che ha conquistato l’oro nella categoria 60 kg. Il 22enne spagnolo, due volte campione nazionale, è stato un autentico fulmine in finale, dove si è imposto grazie a uno strangolamento rapidissimo sul brasiliano Phelipe Pelim in meno di 30 secondi. Per Garrigos, bronzo agli ultimi Europei di Varsavia, si tratta della prima medaglia d’oro in una prova del Grand Prix: il futuro della categoria puo’ essere suo. “Avevo già affrontato atleti brasiliani e mi aspettavo un incontro molto piu’ complicato – ha detto lo spagnolo -. Sono stato bravo a gestire la situazione e fortunato a trovare uno strangolamento rapido che mi ha permesso di vincere”.

Nella categoria donne 48 kg, successo per Gabriela Chibana. La giovane brasiliana, 24 anni, ha battuto in finale l’idolo di casa, la messicana Edna Carrillo. La quinta medaglia d’oro a cinque Paesi diversi è arrivata nella categoria 66 kg uomini, dove l’israeliano Tal Flicker si è imposto in finale sullo spagnolo Alberto Gaitero Martin grazie a un ippon.

Il World Tour si trasferisce in Cina dal 30 giugno, ultimo appuntamento prima dei Mondiali di Budapest in programma a fine agosto.

Sport

Scherma, Europei: il Dream Team italiano oro nel fioretto