ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Allevamento choc di galline in Francia


Francia

Allevamento choc di galline in Francia

Galline ovaiole in batteria in condizioni deplorevoli, impilate una sull’altra: spennate, ferite e malate con intorno carcasse, residui di mangime ed escrementi.
A denunciare la situazione di un allevamento francese di proprietà di “Les Oeufs Geslin” sito a Chauché, in Vandea, è l’associazione animalista L214 con un video che ha specificato di aver girato a maggio.
L’associazione punta il dito soprattutto contro uno dei clienti dell’allevamento: Panzani (della spagnola Ebro Foods), leader francese per la pasta, a cui chiede di “escludere del tutto dai suoi prodotti, uova di galline in batteria”. Secondo l’associazione, questo allevamento fornirebbe a Panzani “ovoprodotti”, ossia prodotti a base di uova che possono essere impiegati nella fabbricazione della pasta.
La società del gruppo Panzani “Lustucru”, cliente di Oeufs Geslin, ha annunciato che farà una verifica e, in attesa dei risultati, sospenderà le forniture di uova. Dal canto suo, Panzani ha smentito di rifornirsi dall’allevamento incriminato. Raggiunto dal settimanale l’Express, invece, il direttore di Oeufs Geslin Benoit Geslin ha dichiararato che le immagini “scioccanti non riflettono la situazione della totalità” dell’allevamento, ammettendo di avere alcuni problemi con galline malate a causa dell’Escherichia coli, ma precisando che “è una situazione temporanea”. “Può capitare – si è giusitificato – quando si lavora con animali vivi”.