ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marine Le Pen: "Un risultato storico. Ora la Francia rialzi la testa"

La candidata del Front National saluta i risultati come un "atto di fierezza del popolo francese": "Macron è l'erede di Hollande. Si dica basta alle vecchie elites"

Lettura in corso:

Marine Le Pen: "Un risultato storico. Ora la Francia rialzi la testa"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sulle labbra il sorriso della vincitrice, Marine Le Pen si presenta al mare di bandiere che sventolano in platea nel suo quartier generale di Henin Beaumont, parlando di questo primo turno delle elezioni presidenziali francesi come di un “risultato storico” e di un “atto di fierezza” di un paese a cui si prospetta ora la possibilità di alzare la testa.

“La Francia di fronte all’opportunità della ‘vera alternanza’”

“Avete ora la scelta della vera alternanza – ha detto la Presidente del Front National, nei suoi primi commenti ai risultati -. Non quella che ha visto succedersi i governi, senza che poi nulla cambiasse. Quella che vi propongo è la ‘grande alternanza’, l’alternanza che farà spazio a un’altra politica, a nuovi volti, e al rinnovamento a cui voi tutti aspirate”. “

“Macron, erede di Hollande”. Le Pen gioca la carta dell’associazione del rivale al Presidente uscente

“Non è certo l’erede di François Hollande, con tutti i fallimenti del suo catastrofico quinquennato, che potrà portare questa tanto attesa alternanza. È arrivato il momento di liberare il popolo francese da elites arroganti che vogliono dirgli cosa fare e come comportarsi. Perché, sì, sono la candidata del popolo”.


Il video integrale dell’intervento di Marine Le Pen, pubblicato sulla pagina Facebook della candidata del Front National

L’appello per il secondo turno a “tutti i veri patrioti”, indipendentemente dallo schieramento di provenienza

“In ballo c‘è la sopravvivenza stessa della Francia, ha poi detto Marine Le Pen per appoggiare il suo invito a “tutti i veri patrioti”, indipendentemente dallo schieramento da cui provengano e da chi abbiano votato al primo turno.

La politica della mano tesa al di fuori dell’elettorato del Front National è stata anche esplicitata dal vice-presidente del partito Florian Philippot. Precedendo l’intervento di Marine Le Pen, il suo vice ha in particolare indirizzato il suo invito agli elettori di François Fillon che – ha detto – da questo primo turno escano con l’impressione che queste elezioni siano in qualche modo state loro “rubate”. Se la palla è quindi ora nel campo degli elettori del candidato dei Republicains, l’invito rischia però di scontrarsi contro l’appello dello stesso Fillon, che ha subito invitato i suoi sostenitori a pronunciarsi, al secondo turno del 7 maggio, contro Marine Le Pen.