ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Semeoticons, lo specchio intelligente ti dice se rischi l'infarto


futuris

Semeoticons, lo specchio intelligente ti dice se rischi l'infarto

Denis Loctier, giornalista Euronews, è andato a Pisa, alla scoperta di uno specchio capace di diagnosticare malattie

Denis Loctier : «Quando guardo questo specchio, lo specchio, a sua volta, mi guarda. È il prototipo di un dispositivo intelligente che scopre i sintomi di malattie cardiovascolari. Un team internazionale di ricercatori, lo ha presentato in Italia a Pisa».

Sara Colantonio, ricercatrice sull’intelligenza artificiale ISTI; coordinatrice del progetto SEMEOTICONS:
«Vedete lo Wize mirror, uno specchio magico, uno specchio intelligente, iterattivo, che analizza i segni del volto per stimare lo stato di benessere della persona che si specchia».  

Clicca qui per sapere di più del progetto SEMEOTICONS

Veronica Chiara Zuccalà, ricercatrice in ingegneria biomedica IFC-CNR:
«Adesso un flah ultravioletto analizzerà alcune sostanze all’interno della pelle che sono legate al rischio di diabete. Abbiamo poi un’acquisizione di 20’‘ che permette di analizzare alcuni movimenti del volto per studiare il livello di stress della persona. C‘è poi un’altra luce per poter studiare altri fattori della pelle che sono legati al colesterolo».

Sara Colantonio: «Al termine dell’acquisizione il sistema integra tutti i parametri valutati in un indice di benessere che ci dice quanto sta bene la persona rispetto a un rischio di malattia cardiometabolica».

Gli scienziazi che hanno lavorato a questo progetto di ricerca europeo hanno usato volontari e apparecchiature di diagnostica medica per raffinare gli algoritmi che identificano i segni indicatori di varie malattie

Giuseppe Coppini, ricercatore di ingegneria biomedica, IFC-CNR; coordinatore scientifico di SEMEOTICONS «Su questi volontari sono state fatte misure di riferimento standard di tipo clinico, test che riguardano la calorimetria, la composizione corporea , test clinici di caratterizzazione del rischio cardiometabolico secondo gli standard clinici e simultaneamente abbiamo eseguito delle misure che vengono poi implementate nello specchio: l’ immagine multispettrale del volto, la ricostruizione tridimensionale e l’analisi delle emozioni».

Tre prototipi perfettamente funzionali sono stati progettati con successo, ma prima che il Wize Mirror possa essere immesso nel mercato, bisogna renderlo più accessibile e meno fragile 

Meritxell Gimeno Garcia, CEO, DRACO Systems: «Tecnicamente questo dispositivo è davvero molto completo, ha un gran numero di camere: sei nella parte superiore, due sotto, ma i costi sono alti. Stiamo pensando di disegnare un prodotto con meno funzionalità ma in grado di fornire informazioni all’utente ugualmente importanti, un prodotto di misure ridotte e a minor costo».

Tre studi clinici in Francia e in Italia hanno mostrato una buona coincidenza delle ‘diagnosi’ realizzate dallo specchio e di quelle fatte con metodi convenzionali.

Maria Aurora Morales, Cardiologa, IFC-CNR; coordinatrice clinica SEMEOTICONS:
«Il vantaggio di questo strumento è soprattutto legato al fatto che oltre a darti un’informazione sulla possibile presenza di rischio cardiometabolico, ti dà anche dei suggerimenti su come comportarti. Suggerimenti sulla dieta, sull’attività fisica e su come evitare altri possibili fattori nocivi quali il fumo».

La nostra scelta

Prossimo Articolo
La moda intelligente: sensori nei tessuti per monitorare la vita quotidiana

futuris

La moda intelligente: sensori nei tessuti per monitorare la vita quotidiana