ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Fiamme in Cile, acqua in Perù: vittime e danni incalcolabili


mondo

Fiamme in Cile, acqua in Perù: vittime e danni incalcolabili

Incendi così, il Cile non li aveva mai visti: la lotta contro il fuoco dura da oltre una settimana, e sono ancora oltre cento i focolai attivi, dei quali solo 53 sono considerati sotto controllo, per una superficie totale di oltre 400.000 ettari. Undici i morti, tutti pompieri o volontari.
Nelle scorse ore sono comparsi davanti al giudice trentaquattro sospetti piromani.
Ieri sono giunti aiuti da Spagna, Francia e Portogallo, con più di un centinaio di pompieri e materiali. Aiuti sono arrivati anche dai Paesi limitrofi.

E se il Cile brucia, il Perù è sott’acqua: dopo aver vissuto le due notti più calde dell’ultimo ventennio, diverse regioni del Paese sono state colpite da piogge torrenziali. Almeno quattro i morti, ai quali si aggiungono un disperso e una decina di feriti. Nella regione meridionale di Huancavelica è crollato un albergo, costruito sul lungofiume. Sempre a sud, nella regione di Arequipa, si registrano almeno tre morti dopo che un tratto dell’autostrada Panamericana sud è stato travolto da acqua, fango e pietre che hanno trascinato via alcuni veicoli.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

USA-Messico: telefonata Trump-Peña Nieto