ULTIM'ORA

Lettura in corso:

I mille volti di Donald Trump nei dipinti di Evans Yegon


Cult

I mille volti di Donald Trump nei dipinti di Evans Yegon

In partnership con

Un indedito Donald Trump. E’ quello visto o meglio rivisitato da Evans Yegon. Un ritratto che il pittore keniota ha ideato nel suo studio nel centro di Nairobi. L’artista, dopo essersi focalizzato sul presidente uscente Barack Obama, ora ha spostato la sua attenzione sul tycoon repubblicano. Yegon è conosciuto per le sue opere d’arte curate nei minimi dettagli, focalizzate sulle espressioni facciali dei protagonisti.

“Ho deciso di dipingere Trump perché è un soggetto e un personaggio interessante. I dipinti mostrano le diverse espressioni facciali, le smorfie che è solito fare mentre parla. L’ho dipinto perché è odiato e amato. Sono due aspetti estremi, alcuni lo odiano e altri lo adorano da impazzire”, racconta Evans Yegon.

La presidenza Obama aveva entusiasmato i keniani, orgogliosi del fatto che suo padre era uno di loro. Quando visitò il Paese nel 2015 in migliaia si radunarono per ascoltare il suo discorso. Ora c‘è molta tristezza per la fine del suo mandato. In questi anni l’artista ha venduto 28 dei 30 dipinti del presidente uscente. E spera di fare altrettanto con Trump anche se il nuovo inquilino della Casa Bianca non gode della stessa popolarità.

“La percezione che la gente ha di lui, di quello che ha detto nel momento della sua elezione e della sua campagna, penso sia stato dettato da una strategia elettorale. Non pensavamo venisse eletto, è stato un po’ scioccante ma ora avremo a fare con lui per quattro anni e dobbiamo in qualche modo amarlo”, prosegue l’artista.

Sicuramente per il pittore, Trump è un soggetto interessante, se non politicamente, almeno per le sue espressioni facciali e per la sua personalità. Finora Yegon ha venduto un solo dipinto del magnate. Dell’acquirente si sa solo che è americano.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

Cult

I must-have di Milano Moda Uomo per il prossimo inverno