ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il programma Erasmus compie 30 anni


mondo

Il programma Erasmus compie 30 anni

Si scrive European Region Action Scheme for the Mobility of University Students , si legge ERASMUS . Compie 30 anni uno dei progetti che, per gli europei, rappresenta di più i veri ideali dell’Europa unita.

Nato nel 1987, dal 2014 si declina in versione Erasmus + per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

Per la Commissione europea si tratta soprattutto di migliorare le possibilità dei giovani di inserirsi nel mondo del lavoro, sviluppando la propria apertura verso gli altri, imparando una lingua, maturato un’idea più chiara di cittadinanza europea.

Ecco le informazioni di base

Chi sei Erasmus?

Il progetto prende il nome dal filosofo e studioso umanista rinascimentale olandese (Erasmo da Rotterdam) che viaggiò diversi anni in tutta Europa per comprenderne le differenti culture. Del programma hanno beneficiato milioni di giovani, dapprima solo universitari, oggi anche della scuola secondaria.

Cosa fai Erasmus?

Il periodo di studio all’estero deve durare per un periodo di almeno 3 mesi, uno stage per almeno 2 mesi, il tutto in un altro paese dell’Unione europea. La durata massima è di un anno accademico, che deve essere riconosciuto, al ritorno, dalla propria Università di partenza.

Perché partire con Erasmus?

Per condividere conoscenze con altri giovani e persone di tutte le età, per conoscere le istituzioni e le organizzazioni di altri paesi. Per aprirsi a nuove prospettive di lavoro e di studio.

Dove andiamo, Erasmus?

Partecipano al programma 4.000 istituti di istruzione superiore in 33 paesi europei, più i paesi partner esterni.

Le destinazioni più popolari sono la Spagna, la Francia e la Germania.

Da quando partiamo, Erasmus?

Erasmus è stato lanciato nel 1987,
Erasmus + nel 2014 e fino al 2020.
Gli obiettivi sono: – Ridurre la disoccupazione, in particolare tra i giovani – Promuovere l’educazione degli adulti – Incoraggiare i giovani a partecipare alla democrazia europea – Sostenere l’innovazione e la cooperazione – Ridurre l’abbandono scolastico – Promuovere la cooperazione e la mobilità tra i paesi partner dell’UE

Una valutazione intermedia del programma Erasmus + è prevista nel 2017.

Trova altre informazioni su Erasmus e il tuo paese qui

Le star della politica europea ex Erasmus

L’Alta rappresentante europea per la politica estera e di difesa Federica Mogherini spiega cosa abbia rappresentato per lei la partecipazione a Erasmus:

Erasmus elemento fondamentale dell’unificazione del continente secondo l’esperta Agnes Poirier :

La ministra dell’educazione francese Najat Vallaut Belkacem chiede maggiori fondi per Erasmus:

Sofia Corradi , detta “Mamma Erasmus”

Erasmus: quando si comincia a pensare in due lingue

————————————————————————————————————
Multimedia:

https://twitter.com/n95i/status/818351905667772417
https://twitter.com/MdEuropeParis/status/818463015095988226
https://twitter.com/Ant1Adam/status/818418165009022976
https://twitter.com/PervencheBeres/status/818364836836999168
https://twitter.com/touteleurope/status/818747055464218624
https://www.facebook.com/EmmanuelMacron/videos/1897356170496960/

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Professore, scrittore o proprietario di una squadra di basket. Cosa farà Obama?