ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iran in lutto per la morte dell'ex-Presidente Rafsanjani


mondo

Iran in lutto per la morte dell'ex-Presidente Rafsanjani

“Ho appreso con dolore la morte improvvisa di un vecchio compagno di lotta”. Sono le parole che la Guida Suprema dell’Iran, l’Ayatollah Ali Khamenei, ha diffuso sulla stampa iraniana per la morte di Akbar Hashemi Rafsanjani. Deceduto per un attacco cardiaco all’età di 82 anni, l’ex-Presidente è stata una delle figure chiave della Rivoluzione del 1979 e da allora non ha mai smesso di essere al centro delle vicende del Paese.

“Abbiamo perduto uno dei principali pilastri della rivoluzione, un amico di Khomeini, un amico del nostro leader l’Ayatollah Khamenei” ha commentato il Ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif.

La camera ardente allestita a Teheran ha riunito familiari, amici e sostenitori dell’uomo che è stato il primo Presidente iraniano ad aver ottenuto un secondo mandato (1989-1997).

“Tutti i protagonisti della rivoluzione, tutti i conservatori e moderati sono tornati ancora una volta nella moschea di Khomeini e si sono riuniti a dimostrazione del fatto che Hashemi Rafsanjani era il fulcro che unificava questo Paese” dice una donna venuta a rendere omaggio all’ex-Capo dello Stato.

“Negli anni successivi alla rivoluzione non c‘è stato un solo avvenimento di rilievo senza che Rafsanjani giocasse un ruolo decisivo. Era un riferimento e rappresentava una sicurezza” dice un’ex-comandante della Guardia Rivoluzionaria.

Rafsanjani ha incarnato la componente pragmatica e l’ala mediatrice del potere degli Ayatollah, posizione che lo ha messo in competizione con Khameney, Guida Suprema dell’Iran dal 1989 ed esponente della corrente più ortodossa del clero religioso.

Javad Montazeri, corrispondente di euronews a Teheran: “Si è appena concluso qui, in presenza dei suoi amici e sostenitori, l’ultimo capitolo dell’esistenza di Akbar Hashemi Rafsanjani, uno degli architetti della politica della Repubblica Islamica. Martedì dieci gennaio, davanti all’Università di Teheran, ci sarà l’ultimo saluto pubblico per il suo ultimo viaggio”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Brasile

Brasile. Oltre 100 morti nelle rivolte delle carceri in una settimana