ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Copa Sudamericana: trofeo consegnato alla Chapecoense


Sport

Copa Sudamericana: trofeo consegnato alla Chapecoense

Applausi e commozione a Luque, in Paraguay, durante i sorteggi della prossima Copa Libertadores. Nel corso della cerimonia la federcalcio sudamericana ha consegnato al presidente della Chapecoense la Copa Sudamericana. La finale, dopo il disastro aereo in Colombia in cui sono morte 71 persone, tra cui la maggior parte dei calciatori e dello staff, non si è mai giocata, ma la coppa è stata assegnata alla squadra brasiliana su richiesta dell’altra finalista, il Nacional di Medellin.

“A nome del club e della nostra città – ha detto sul palco il nuovo presidente Plinio David de Nes – desidero condividere questo trofeo con l’Atletico Nacional. Quello della società colombiana è stato un gesto di grande umanità, dignità e amore”.

La Chapecoense è stata inserita nel gruppo 7 della Libertadores 2017, assieme a Nacional (Uruguay), Lanus (Argentina) e Zulia (Venezuela). Intanto prosegue la lenta opera di ricostruzione del club, che tornerà in campo il prossimo gennaio grazie anche all’aiuto delle altre squadre brasiliane, che hanno deciso di cedere in prestito gratuito alla Chapecoense alcuni dei loro giocatori.

Dopo l’arrivo del difensore Douglas Grolli, primo acquisto della nuova gestione, nelle ultime ore il club ha ufficializzato l’arrivo di altri due giocatori: l’esterno offensivo Dodò (classe ’94), arrivato in prestito gratuito dall’Atletico Mineiro, e il portiere Elias (classe ’95), ceduto a titolo temporaneo dalla Juventude.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Sport

Tennis: Kvitova operata alla mano, stop di almeno 6 mesi