ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Una telecamera per cercare la vita su Marte


space

Una telecamera per cercare la vita su Marte

Come avete visto nel nostro reportage sul vertice di Lucerna, il futuro della missione ExoMars è ormai assicurato. L’abbiamo seguita tutto l’anno nella nostra mini serie Destination Mars, e per quest’ultimo episodio abbiamo incontrato un membro chiave della squadra del rover Exomars 2020: Andrew Coats, il cervello dietro la telecamera PanCam.

Coats spiega: “La nostra telecamera sarà situata in cima al braccio del rover. C‘è una distanza di 50 centimetri fra i due occhi delle videocamere dotate di grandangolo. In questo modo potremo ottenere immagini stereo del terreno intorno al rover, per poter vedere fondamentalmente dove forare. È probabilmente il più potente sistema di telecamere mai inviato su Marte, e sarà in grado di fornirci un ottimo contesto per la missione del rover ExoMars. La principale novità di questo rover rispetto a tutti gli altri è la sua capacità di forare il terreno. Potremo così prelevare campioni e analizzarli all’interno del rover che trasmetterà poi le informazioni sulla Terra. Cerchiamo cose come carbonati, zuccheri, aminoacidi, che potrebbero trovarsi al di sotto della superficie di Marte, un ambiente relativamente protetto, resti di organismi viventi probabilmente risalenti a 3,8 miliardi di anni fa. Penso che ci possa essere stata vita su Marte, e che potrebbe anche essercene ancora. È su questo che indagherà il rover”.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

space

Missione: deviare un asteroide in rotta di collisione con la Terra